www.pompieremovies.com

Articoli con tag “radio

RADIO AMERICA

Un film di Robert Altman.

Con Woody Harrelson, Tommy Lee Jones, Garrison Keillor, Kevin Kline, Lindsay Lohan, Virginia Madsen, Meryl Streep.

Titolo originale A Prairie Home Companion. Commedia/Musicale, durata 100 min. – USA 2006. Uscita: giovedì 1 giugno 2006.






VOTO: 7,5


“La voce amica della prateria” è un acclamato programma radiofonico condotto da Garrison Keillor e trasmesso da una sala all’interno del Fitzgerald Theater di St. Paul in Minnesota, dove il pubblico assiste in diretta alle performance degli artisti. Pensate che viene seguito ogni settimana da più di 4 milioni di ascoltatori e ha superato, oramai, i 30 anni di vita.

Grazie alla sceneggiatura del suo presentatore, Robert Altman ne ha ricavato un film. La cinepresa del regista si aggira suadente tra i camerini, il palco e la platea spiando le storie (e le strofe) dei cantanti e dei lavoranti di quello che è annunciato come l’ultimo spettacolo. Una serie di racconti brevi senza tempo, sospesi tra la malinconia e alcune brucianti verità, carichi di passione per la vita e il lavoro. E’ un’occasione per fare un bilancio disincantato dei bei tempi andati o forse c’è ancora posto per un futuro gestito da giovani con i cellulari?

Tra specchi, vestiti di scena e pezzi di allestimenti scenici che si muovono sullo sfondo si assiste a una storia raccontata già tante volte ma ancora affascinante, si strimpella, si prova, si favoleggiano peripezie improbabili ingannando il tempo e forse se’ stessi. Anche quando arriva il momento di salire di sopra, sulla vera ribalta, la situazione non cambia; è forse questo il vero motivo della grande sintonia raggiunta con il pubblico.

A rovinare l’allegra atmosfera è l’arrivo del tagliatore di teste senza cuore interpretato da Tommy Lee Jones: c’è da lasciare spazio a un nuovo parcheggio e l’arte radiofonica deve cedere il passo. Forse un angelo vestito di bianco, che si aggira quasi invisibile tra la stazione radio assistendo alle virtù e alle passioni che animano la compagnia, potrebbe far cambiare la situazione e tenere in vita il colorato baraccone.

Sospeso tra vita e morte senza essere ben chiaro su quale delle due rappresenti un inizio o una fine, il film si fa’ carico di una gradevole nostalgia e di un umorismo a volte spiazzante (la pubblicità al nastro isolante, così come agli altri prodotti immaginari, è spassosa, tra fogli da leggere che cadono di mano e mirabili improvvisazioni del rumorista messe su per prendere tempo).

Altman chiude la sua carriera cinematografica con un film che è un abbraccio dal sapore country, folk e gospel: fraterno, benevolo, intimo e affabile. Lasciamoci stringere e ricambiamo con un sorriso.

Annunci

I LOVE RADIO ROCK

I love Radio RockRegia: Richard Curtis.

Sceneggiatura: Richard Curtis.

Attori: Philip Seymour Hoffman, Bill Nighy, Rhys Ifans, Nick Frost, Kenneth Branagh, January Jones, Gemma Arterton, Emma Thompson.

Paese: Gran Bretagna 2009.

Uscita Cinema: 12/06/2009.

Genere: Commedia.

Durata: 129 Min.


VOTO: 6


“I love Radio Rock” è una frenetica e totale immersione nel vinile, con i dischi pop e rock pronti a curare l’anima e il cuore durante quel periodo storico straordinario che furono i sixties. I 33 giri invitano a infrangere le regole, pizzicano le coscienze della nazione britannica. Ascoltare quelle tracce memorabili è come lasciarsi andare alla dolce brezza marina. Philip Seymour Hoffman su di... giri

Autorità indiscussa della moderna commedia inglese, Richard Curtis avrebbe potuto fare di meglio: a una prima parte più corrosiva, che mette alla berlina in modo esplicito la politica bacchettona e repressiva, fa seguito una seconda che graffia poco e che si dilunga su aspetti privati di poco interesse per lo spettatore. Parte a tutto volume e con indole ribelle per terminare un po’ troppo flemmatico e in sordina. Anche la musica (senza dubbio d’eccezione) introduce e accompagna alcuni momenti in modo sfrontatamente calcolatore. Nick Frost l'ha combinata grossa

Kenneth Branagh si presta amabilmente a ricoprire il ruolo del cattivo e rigoroso ministro in grigio: “Il vantaggio di essere al governo è che puoi sempre fare una legge che renda illegale una cosa che non ti piace”. E’ il nemico peggiore per quei “drogati, sodomiti e pervertiti” nullafacenti che se ne stanno su una barca al largo dei Mari del Nord. La cricca dei simpatici e bastardi dj che stanno lì a godere del tempo che passa, in stile allegra rimpatriata tra vecchi amici e a convivere spensieratamente, è invidiabile.

Philip Seymour Hoffman, ancora eccellente, si conferma uno degli attori più bravi e versatili in circolazione. Splendido e vestito in modo inappuntabile, Bill Nighy furoreggia (al contrario della “moglie” Emma Thompson, invisibile nel suo cameo contenuto) nel ruolo della guida “finanziaria” della ciurma suonante, mentre Nick Frost è uno dei personaggi più simpatici e meglio assortiti.