www.pompieremovies.com

Articoli con tag “liceo

GREASE – Visto da TheVirgo

Un film di Randal Kleiser.

Con Stockard Channing, John Travolta, Frankie Avalon, Olivia Newton-John, Jeff Conaway.

Titolo originale Grease. Musicale, durata 110 min. – USA 1978.

VOTO: 8


Sono poche le cose che non passeranno mai di moda: tra queste c’è il rock’n’roll anni ’50.
Probabilmente è lo stesso concetto che deve aver spinto Randal Kleiser a dirigere “Grease” nel 1978 (pellicola tratta dall’omonimo musical di Jim Jacobs e Warren Casey).

Alla fine degli anni ’50 Danny (un giovanissimo John Travolta reduce dal successone de “La febbre del Sabato sera”) e Sandy (Olivia Newton John) si incontrano durante le vacanze e sboccia l’amore, un amore che però non sembra avere futuro in quanto i due, finita l’estate, dovranno ritornare alle loro rispettive scuole, lui negli Stati Uniti, lei in Australia.
Tutto cambia quando la ragazza si iscrive allo stesso liceo di Danny e i due si rivedono.
Nascono però diversi problemi soprattutto perché lui, in presenza del proprio gruppo di amici, si rivela un bulletto maschilista e spavaldo che pensa solo ai motori e alle belle ragazze e lei, invece, una ragazza troppo perbene che fatica a farsi accettare dalle sue nuove compagne.
Da questo nasce un valzer di situazioni a volte comiche a volte surreali, spesso commoventi, che accompagnano i tentativi di Sandy e Danny di tornare insieme.
Tra canzoni, balli, feste e corse automobilistiche le due ore scarse del film scorrono veloci arrivando ad un lieto fine (un po’ facilone, volendo essere puntigliosi) che travolge tutti i protagonisti.

In linea di massima, il difetto generale dei musical è quello di non essere altro che una serie di canzoni che in maniera più o meno forzata devono essere collegate da una trama, che spesso e volentieri può risultare banale e scontata.
Se da una parte questo è vero anche per “Grease”, dall’altra ci troviamo di fronte a un capolavoro del genere. I brani che gli fanno da colonna sonora sono riempipista da oltre trent’anni e le successive trasposizioni teatrali (sia in Italia che all’Estero) continuano a registrare il tutto esaurito.
Un plauso in particolare va alle coreografie, divertenti, coinvolgenti, mai banali e che restano impresse nella mente (chi non ricorda la sequenza del Luna Park sulle note di “You’re the one that I want”?).

Alla fine “Grease” risulta un simpatico fumetto a tinte pastello da godere appieno, accompagnati dal ritmo inconfondibile e scatenato del rock’n’roll.

Cit.”Ti ama e non ti ha mai toccato con un dito? Secondo me è malato”. (Rizzo)

Annunci

UN MICROFONO PER DUE

Un film di Todd Louiso.

Con Jason Schwartzman, Ben Stiller, Anna Kendrick, Ebon Moss-Bachrach, Zachary Booth.

Titolo originale The Marc Pease Experience. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 84 min. – USA 2009. – Moviemax. Uscita: mercoledì 14 luglio 2010.






VOTO: 4


Sospesi tra gli avanzi andati a male di “Saranno famosi” e i cocci di “Glee”, i liceali americani sembrano non saper fare altro: custodire sogni dentro al cassetto delle loro aule è la massima aspirazione di questi giovanotti, ebeti oltre ogni limite. Possibilmente, si condisce la pasta scotta con un insegnante che stravede per la musica e il canto, al quale si aggiunge il contorno di un manipolo di “scassati”, pronti a manifestarsi nel loro io più profondo ululando versi di canzoni già note e mettendo su gruppi musicali a cappella. Peccato che la cadenza filmica risulti piatta come una pancia estiva.

Con la promessa della gloria a portata di mano, gli allievi giocano a fare i professionisti, anche quando il periodo della scuola è finito da un pezzo, e dopo 8 anni si ritrovano ancora privi d’identità. E’ questo che vuole la società? O è quello che serve ai giovani di oggi per nascondersi? Ci si rintana curando la coda dei propri capelli e facendosi venire dei dubbi sulla vendita della casa (la paura di crescere è una grande nemica), che invece dovrebbe volare via come quella di Dorothy. Eh, già. Perché la recita scolastica prevede nientemeno che la messa in scena del musical “The wiz”, tratto da “Il mago di Oz”. L’uomo di latta a cui manca il cuore (e anche l’amore della sua bella) è una metafora fin troppo esibita e facile.

Todd Louiso, oltre ad aver scritto il film con faciloneria, l’ha diretto senza avere nessuna idea del potenziale degli attori a disposizione. Stiller e Schwartzman sono buttati al vento: il primo canta meglio di come recita, il secondo smorfieggia a più non posso, nemmeno fosse alle estrazioni del lotto. Nessuno si ricorderà di questi due personaggi artificiosi. Nessuno si ricorderà più di questo film quando passerà in tv in un brumoso pomeriggio autunnale.