www.pompieremovies.com

Articoli con tag “india

LUNCHBOX

Lunchbox

Lunchbox

Un film di Ritesh Batra.

Con: Irrfan KhanBharati AchrekarNimrat KaurDenzil Smith Nawazuddin SiddiquiNakul VaidYashvi Puneet Nagar Lillete Dibey

Anno: 2013.

 

 

 

 

VOTO: 7

 

 

Può il cibo cambiare la tua giornata?
Può un sapore farti cambiare prospettive?
Può un errore ridare colore alla tua vita?

Probabilmente si, secondo quanto raccontato da Ritesh Batra in Lunchbox, film indiano uscito lo scorso novembre nelle sale italiane.
Da una parte un impiegato di mezza età solo ed annoiato, prossimo al prepensionamento  (Irrfan Khan, “Life of Pi”), dall’altra una giovane casalinga, desiderosa di riaccendere la passione di un marito egoista e troppo preso dal proprio lavoro.
(altro…)


THE MILLIONAIRE

The millionaire

Un film di Danny Boyle.


Con Dev Patel, Anil Kapoor, Freida Pinto, Madhur Mittal, Irfan Khan.


Titolo originale Slumdog Millionaire. Commedia, durata 120 min. – Gran Bretagna, USA 2008. – Lucky Red data uscita 05/12/2008.



VOTO: 4


La struttura di questo film, adattato per lo schermo da un poco ispirato Beaufoy (lo sceneggiatore di “Full Monty”), è pretenziosa, senza dubbio meccanica, e seducente per quanto smaccatamente ruffiana.

Per descrivere, infatti, i momenti di angoscia, il dolore del ricordo e la miseria delle baraccopoli cosa s’inventa Danny Boyle?
Abbonda con flash back risolti spesso in inseguimenti e/o corse girati in modo concitato, come se si trattassero di elementi da telefilm poliziesco, da film action o da thriller; non ci risparmia le inquadrature oblique, che farebbero tanto “effetto straniante” e visionario se il film si fosse intitolato ancora “Trainspotting”…

Anche nei momenti che dovrebbero essere più intimisti e rivelatori del passato dei protagonisti ci tocca sorbire un accompagnamento musicale finto-orientale, tutto dedicato all’esaltazione dei bassi, al ritmo sincopato tipico della house/progressive; ho pensato che, se per un attimo la mdp fosse uscita dall’inquadratura, avrebbe svelato un dj con cuffie saltellante alla consolle!

Alcuni personaggi, poi, sono proprio fuori dalla grazia di Dio.
Prendiamo il conduttore, Prem Kumar, talmente fastidioso e sgradevole da risultare poco credibile (meglio tenerci il nostro simpatico pacioccone Gerry Scotti), oppure il fratello di Jamal, infido traditore per una vita intera e improvvisamente (e non meglio delucidatamente) redento giusto perchè le 2 ore del film si stavano approssimando (?). Vinci, vinci, vinci!

Il finale, poi, malamente appiccicato con i “copia e incolla” dei flashback dei flashback, e beatamente trionfante con un ballettino in perfetto stile Bollywood, è da raccapriccio.

La domanda quindi è: Come giudicare “The Millionaire”?
Le risposte tra le quali scegliere sono:
A. Si salvi chi può
B. Si salvi chi può
C. Si salvi chi può
D. Si salvi chi può.

Non è difficile. 20 milioni di rupie aspettano proprio te!