www.pompieremovies.com

Articoli con tag “Carol Alt

VIA MONTENAPOLEONE

Via MontenapoleoneCast: Carol Alt, Luca Barbareschi, Marisa Berenson, Corinne Clery, Valentina Cortese, Daniel Gélin, Renee Simonsen, Fabrizio Bentivoglio, Johan Bramerberg, Sharon Gusberti.

Regia: Carlo Vanzina.

Sceneggiatura: Jaja Fiastri, Carlo Vanzina, Enrico Vanzina.


Anno di uscita: 1986.

Genere: Commedia.



VOTO: 2,5


Sto leggendo internet alla ricerca di materiale per questo film e ne trovo di tutti i colori… Ma quanto siamo pallosi, a volte, noi cinefili! Se un film e’ “culturale” ed e’ di un regista famoso, lo rispettiamo; il resto e’ tutta c**** sciolta al sole e che cola. Eppure anche questo “Via Montenapoleone”, nel suo divenire film, e’ un gioiello di nullita’. La pace sia con voi e con il vostro spirito. Amen. Carol Alt

Figlioli miei, ogni epoca ha i suoi orrori cinematografici. I ’60 li hanno avuti, e pure i ’70 e gli ’80. Vogliamo parlare di “Love story”? E di “Eutanasia di un amore”?  Gli anni ’80 ci hanno regalato anche questi orrori che ci aiutano a bilanciare la storia del cinema. E allora qua siamo nella Milano da bere.
Quindi andava sponsorizzata, celebrata e cosa c’era meglio di un film? Si prende Via Montenapoleone e ci si costruiscono storielle di belle t*** rint***** a modo. C’e’ la ragazza che lavora per pagare i debiti del padre, la bella di turno che si innamora dell’uomo sbagliato che poi la lascia e lei torna a casa distrutta. La socia che inizia il figlio dell’altra socia alle gioie del sesso e scoppia lo scandalo. Ma la perla di questo film e’ il Barbareschi gay che ha la madre comprensiva che lo aiuta e lo capisce. Il tutto condito in salsa Vanzina tra begli interni, erotismo patinato e via discorrendo.

Sono nullità, lo so. Ma questo film ha anche un bel cast che annovera Valentina Cortese, luca barbareschi, Carol alt, Renee simonsen, Fabrizio bentivoglio e addirittura una Marisa Berenson….

Nel suo genere uno stracult, da vedere anche nella interminabile versione di tre ore.

Per la storia del cinema tirate lo sciacquone ma con cautela, mi raccomando……..

Annunci

I MIEI PRIMI 40 ANNI

I miei primi 40 anniUn film di Carlo Vanzina.

Con Elliott Gould, Jean Rochefort, Carol Alt, Riccardo Garrone.



Biografico, durata 107 min. – Italia 1987. –
VM 14






VOTO: 4


Per chi ama i film irresistibilmente brutti, questo e’ un piccolo cult movie da annoverare insieme a Via Montenapoleone e La piu’ bella del reame.

Sì, voi ridete, ma a volte un film non basta che sia brutto… a volte si raggiunge l’orrido e lo si sorpassa alla grande verso il sublime dell’orrido; comunque questa perla va recensita a tutti i costi. Tutto nasce da un libro di una tale MARINA RIPA DI MEANA che alla soglia dei 40 decide di raccontare le sua vita cosi’ irrimediabilmente favolosa e degna di essere vissuta… niente a che fare con le Paris Hilton di oggi; diciamo una versione tipicamente italiana del vivere a tutta birra. Il libro ha un discreto successo e, nell’87, si pensa di farne un film. Un'immagine di Carol

Avete presente un bell’album di figurine incollate su un patinato album? Bene i miei primi 40 anni questo e’. Nulla di piu’.

Si parte con l’infanzia di Marina, con i primi bollori sessuali (anche lesbici) e la voglia di emergere a tutti i costi dalla sua condizione sociale. Sposa un duca squattrinato, il duca Caracciolo, e dopo la nascita di Lucrezia avviene la separazione. Mette su un atelier di moda poi fa l’accompagnatrice permanente di un ricco uomo d’affari amante della bella vita ma, insoddisfatta del rapporto, lo lascia per andare a vivere con un pittore contestatore ed infine con un giornalista. Voi mi direte: ma che scrivi? Sì perche’ il film e’ tutto qua. Una storia di una donna che, se sviluppata in maniera diversa, avrebbe forse potuto dire anche qualcosa. Purtroppo fa solo da contorno a tutta una serie di luoghi da villeggiatura, begli abiti, tante canzoni e qualche momento un po’ intimo. Il resto non esiste. Resta solo la folgorante bellezza di Carol Alt.

Vi ricordo che esiste anche una versione televisiva (credo di qualche ora) andata in onda nelle reti mediaset che il sottoscritto ha avuto l’onore di vedere e alla quale è sopravvissuto senza troppi traumi. E’ proprio vero, si sopravvive a tutto. E qua sono sopravvissuti attori del calibro di ELLIOT GOULD e JEAN ROCHEFORT.