www.pompieremovies.com

drammatico

LUNCHBOX

Lunchbox

Lunchbox

Un film di Ritesh Batra.

Con: Irrfan KhanBharati AchrekarNimrat KaurDenzil Smith Nawazuddin SiddiquiNakul VaidYashvi Puneet Nagar Lillete Dibey

Anno: 2013.

 

 

 

 

VOTO: 7

 

 

Può il cibo cambiare la tua giornata?
Può un sapore farti cambiare prospettive?
Può un errore ridare colore alla tua vita?

Probabilmente si, secondo quanto raccontato da Ritesh Batra in Lunchbox, film indiano uscito lo scorso novembre nelle sale italiane.
Da una parte un impiegato di mezza età solo ed annoiato, prossimo al prepensionamento  (Irrfan Khan, “Life of Pi”), dall’altra una giovane casalinga, desiderosa di riaccendere la passione di un marito egoista e troppo preso dal proprio lavoro.
(altro…)

Annunci

IO SONO LI

Io sono LiUn film di Andrea Segre.

Con Zhao Tao, Rade Sherbedgia, Marco Paolini, Roberto Citran, Giuseppe Battiston.

Drammatico, durata 100 min. – Francia, Italia 2011. – Parthenos. Uscita: venerdì 23 settembre 2011.

VOTO:  8,5

Una storia semplice come tante altre quella di Shun Li, cinese immigrata in Italia che lavora sodo per “guadagnare” la possibilità di avere finalmente accanto a se’ il figlio di 8 anni. Trasferita a Chioggia a lavorare in una vecchia osteria, Shun Li ha il primo vero contatto con la cultura del paese d’adozione e con l’inevitabile scontro delle due diverse civiltà, mettendo alla prova ragione e sentimento.

La poesia è il perno del racconto, tutto vi ruota intorno: i personaggi, le parole, le sonorità degli idiomi, i colori, gli elementi; tutto è accostato come in rima ed in perfetta armonia. Tutto si muove all’unisono, come rispondendo ad un tacito richiamo, che non è un comando imposto ma, come la bacchetta del maestro d’orchestra, guida i musicisti e gli strumenti generando una melodia che rapisce l’anima di chi ascolta. (altro…)


UN’ESTATE DA GIGANTI

Un film di Bouli Lanners.

Con Zacharie Chasseriaud, Martin Nissen, Paul Bartel [II], Karim Leklou, Didier Toupy.

Titolo originale Les Géants. Drammatico, durata 85 min. – Francia, Belgio, Lussemburgo 2011. – Minerva Pictures Group. Uscita: mercoledì 31 ottobre 2012.

VOTO: 4

Una tranquilla estate di paura. È quella che attende tre ragazzi della Vallonia, regione belga ricoperta per la maggior parte da foreste. Ispirandosi a questo ammasso di boscaglia, le vicende dei ragazzini appena quindicenni, tra cui uno ha da poco superato i tredici anni, si fanno subito intricate. Abbandonati da genitori e parenti, Zak, Seth e Dany vivono in case disabitate e senza soldi a disposizione. La voglia di fuggire si fa sempre più forte.

Dominata da atmosfere country fuori contesto (di per se’ belle, per carità, ma sembra di stare nel Sud-Ovest degli Stati Uniti piuttosto che in Belgio) la narrazione non avrebbe una genesi anglosassone, eppure ci si (altro…)


ALLE SOGLIE DELLA VITA

Un film di Ingmar Bergman.

Con Bibi Andersson, Eva Dahlbeck, Max von Sydow, Ingrid Thulin, Barbro Hiort af Ornäs.

Titolo originale Nära Livet. Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 90′ min. – Svezia 1958.

VOTO: 7

Uscito a ridosso de “Il posto delle fragole”, il film di Bergman più acclamato dalla critica, “Alle soglie della vita” è stato sovente snobbato e considerato un’opera minore. Nonostante i premi ricevuti al Festival di Cannes del 1958, tra cui quelli alla migliore regia e il premio collettivo alle quattro protagoniste femminili, ha avuto un’attenzione quasi involontaria, pochi apprezzamenti e scarse riflessioni analitiche. La storia si svolge interamente in un reparto di ostetricia pressoché interdetto alle figure maschili. Padri, mariti, fidanzati e amanti rimangono quasi sempre fuori scena: di loro sentiamo le voci al telefono, li vediamo far breve visita alle gestanti, o addirittura rifiutati dopo una discussione.

A emergere sono tre gestanti e la capo infermiera Brita (Barbro Hiort af Ornäs). Cecilia (Ingrid Thulin) ha (altro…)


KILLER JOE

Un film di William Friedkin.

Con Matthew McConaughey, Emile Hirsch, Thomas Haden Church, Gina Gershon, Juno Temple.

Noir/Drammatico, durata 103 min. – USA 2011. – Bolero. Uscita giovedì 11 ottobre 2012. VM 14.

VOTO: 8

È sempre più difficile, al giorno d’oggi, scegliere come investire i propri soldi. Riduzione degli stipendi, disoccupazione, debito pubblico: non mancano i motivi per avere paura. Quasi tutti i tipi di mercato presentano una volatilità che farebbe perdere la fiducia a chiunque. Tuttavia esiste un settore alternativo che presenta una certa stabilità. Una branca nella quale è possibile investire una cifra e raddoppiarla nel giro di poche ore. Basta trovare un sicario. E in culo all’austerità.

Lode alla famiglia completamente disgregata, “Killer Joe” è dominato da vecchi rancori, matrimoni finiti, figli allo sbando, junk food che gira disinvolto come una tigre del Bengala nella foresta, ora raffigurante la (altro…)


I BAMBINI DI COLD ROCK

Un film di Pascal Laugier.

Con Jessica Biel, Stephen McHattie, Jodelle Ferland, William B. Davis, Samantha Ferris.

Titolo originale The Tall Man. Drammatico/Thriller USA 2012. – Moviemax. Uscita: venerdì 21 settembre 2012.

VOTO: 6,5

L’infermiera Julia Denning (Jessica Biel) è una donna bella, dai lineamenti puliti e la faccia d’angelo. Porta lievemente i segni funesti di un matrimonio finito al momento della morte del marito e quelli più chiari di una carne martoriata. Dopo aver fatto nascere il bambino della figlia dell’amica Tracy (Samantha Ferris), grazie all’esperienza acquisita stando al fianco dell’ex dottore della cittadina di Cold Rock, le capita un incidente.

Julia vive in un esiguo centro periferico nel quale, da circa sei anni, si è a diretto contatto con il panico a causa di alcune inspiegabili sparizioni. Oltre una dozzina di bambini sono stati rapiti dal cosiddetto “uomo (altro…)


MONSIEUR LAZHAR

Un film di Philippe Falardeau.

Con Fellag, Sophie Nélisse, Danielle Proulx, Jules Philip, Émilien Néron.

Titolo originale Bachir Lazhar. Drammatico, durata 94 min. – Canada 2011. – Officine Ubu. Uscita: venerdì 31 agosto 2012.

VOTO: 8

Esterno giorno. Cortile innevato di una scuola di Montréal. Simon (Émilien Néron) va a prendere la scorta quotidiana di latte per portarla in classe. Il giovedì è il suo turno. Si reca di corsa alla dispensa, ne mette un po’ in una cassetta di plastica, e si dirige verso la porta dell’aula che stranamente è chiusa a chiave. Il dodicenne sbircia dalla fessura in vetro, indietreggia spaventato, poi corre a perdifiato a cercare aiuto mentre il suono della campanella annuncia l’ora di inizio delle lezioni. Purtroppo Martine, la professoressa di Simon, non potrà insegnare mai più: il suo corpo penzola dal soffitto della classe. La donna si è suicidata stringendosi un cappio intorno al collo. (altro…)