www.pompieremovies.com

IO SONO LI


Io sono LiUn film di Andrea Segre.

Con Zhao Tao, Rade Sherbedgia, Marco Paolini, Roberto Citran, Giuseppe Battiston.

Drammatico, durata 100 min. – Francia, Italia 2011. – Parthenos. Uscita: venerdì 23 settembre 2011.

VOTO:  8,5

Una storia semplice come tante altre quella di Shun Li, cinese immigrata in Italia che lavora sodo per “guadagnare” la possibilità di avere finalmente accanto a se’ il figlio di 8 anni. Trasferita a Chioggia a lavorare in una vecchia osteria, Shun Li ha il primo vero contatto con la cultura del paese d’adozione e con l’inevitabile scontro delle due diverse civiltà, mettendo alla prova ragione e sentimento.

La poesia è il perno del racconto, tutto vi ruota intorno: i personaggi, le parole, le sonorità degli idiomi, i colori, gli elementi; tutto è accostato come in rima ed in perfetta armonia. Tutto si muove all’unisono, come rispondendo ad un tacito richiamo, che non è un comando imposto ma, come la bacchetta del maestro d’orchestra, guida i musicisti e gli strumenti generando una melodia che rapisce l’anima di chi ascolta.

I risvolti struggenti della storia toccano nel profondo, commuovono. Di fronte al racconto di un Amore, quello vero, più grande di ogni cosa, che trascende sesso e passione, ci si perde nella profondità di un affetto sincero che non ha un fine, ma trova la sua ragion d’essere nella semplice espressione del sentimento stesso, nel “dare”, per il quale il “ricevere” non è un dovere bramato, ma una naturale conseguenza di un impulso ancestrale.

Due amanti si incontrano come abitanti di pianeti lontani in un mondo sconosciuto, miraggio di un’isola felice, spesso grottesca trappola crudele, dove il corso degli eventi, e più ancora il pregiudizio di culture diverse, sono in grado di travolgere e spazzare via le esistenze dei viaggiatori ignari, come una tempesta di sabbia nel deserto. Dopo sembra non rimanere nulla, tranne qualche granello di sentimento sparpagliato. Io sono Li

Regista documentaristico, Andrea Segre è al suo primo “film di finzione”, ma non per questo la sua mano risulta incerta nel costruire un meccanismo perfetto e poetico. Completo in ogni particolare, dalla sceneggiatura ai dialoghi, dalle inquadrature alla fotografia, dalla regia alla recitazione degli attori. Poetico nello spirito e nell’anima, ogni sfumatura da’ vitalità e sentimento ad una storia più attuale che mai. Abituati alla cinica espressione del pregiudizio, dopo aver visto il film ci si sente catapultati al di fuori, con gli occhi aperti su una realtà che è più comune e vera di quanto vogliamo solitamente credere.

Notabile la performance di tutti gli attori, con particolare risalto per la protagonista Zhao Tao e il bravissimo Rade Sherbedgia.

Nel controverso panorama dell’attuale cinematografia italiana, “Io sono Li” è un film da non perdere. Per nessun motivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...