www.pompieremovies.com

L’ERA GLACIALE 4 – Continenti alla deriva


Un film di Steve Martino, Mike Thurmeier.

Titolo originale Ice Age: Continental Drift. Animazione, Ratings: Kids, durata 94 min. – USA 2012. – 20th Century Fox. Uscita: venerdì 28 settembre 2012.

VOTO: 5

Partenza a razzo per “L’era glaciale 4”: un’esagerazione dietro l’altra, una serie di flagelli ininterrotti e scene girate come fosse la conclusione. Un testacoda già usato in molte altre pellicole, evidentemente preoccupate di perdere l’attenzione degli spettatori. Tra le lastre di ghiaccio e le distese in mare aperto questa volta c’è posto perfino per i pirati che non fanno certo SBUDELLAre dalle risate, in una stiracchiata scopiazzatura di altre pellicole “con umani”, ritenute evidentemente à la page e in grado di raccogliere consensi (che il pubblico che segue i due filoni sia lo stesso?).

Nella Famiglia/Avventura ognuno ha la sua parte, debitamente riconosciuta e programmata in fase di sceneggiatura. C’è posto per tutti, e ciascuno ha l’occasione di contribuire alla sopravvivenza, evoluzione, formazione e al mantenimento del nucleo eterogeneo. Scrat lo scoiattolo, protetto sempre più sfocato, continua a rincorrere la sua ghianda fino al centro della Terra conquistando simpatia nei primi secondi e perdendola progressivamente; Diego si innamora di una tigre bianca; Manny il mammut (doppiato dalla voce un po’ pigra di Filippo Timi che non solletica a sufficienza) si preoccupa di perdere la figlia Pesca in cerca di emancipazione; Sid il bradipo deve sopportare il peso dell’arzilla nonnina, uno dei caratteri più gradevoli del film. Ogni tanto i personaggi sono detestabili, le battute insulse, le gag antipatiche.

Non c’è dibattito alcuno sulla deriva dei continenti, sul suo significato, caratteristica o causa. Non c’è associazione di idee tra la fuitina della figlioletta di Manny e le problematiche sui rapporti generazionali: tutto viene lavato via in 30 secondi 30 di riconciliazioni improbabili, scritte mentre l’inchiostro della penna stava evidentemente per esaurirsi.

Annunci

7 Risposte

  1. M.Tiger

    Continua la sequela (è proprio il caso di dirlo) di film PERDIBILI della stagione…
    dopo l’inciampo del n°2 si pensava che peggio di così non potessero fare, ma con questo quarto episodio si è raschiato ben benino il fondo…
    Che peccato…

    4 ottobre 2012 alle 17:32

    • Il secondo episodio mi era sembrato addirittura peggio di questo. In ogni caso “ispirazione portami via”!

      5 ottobre 2012 alle 07:13

  2. Confermo.. decisamente deludente… sicuramente insulso. L’unica cosa che si salva è la nonna bradipo

    8 ottobre 2012 alle 16:16

    • Io speravo che la nonnina fosse il personaggio principale dell’episodio e invece… 😦 Povera nonnina.

      9 ottobre 2012 alle 07:33

  3. Tonin Tempesta

    Divertente scorribanda giurassica!!!

    18 ottobre 2012 alle 12:29

  4. Uno dei più grossi calderoni di citazioni degli ultimi anni: http://goo.gl/Y4tpt A quando film d’animazione senza citazioni? A quando cartoni animati che possano campare solo e soltanto delle proprie forze, e quindi di idee vere?

    26 novembre 2012 alle 21:49

    • pompiere

      E’ una difficoltà che permea la maggior parte dei film “umani”. Adesso anche quelli di animazione sembrano avere il fiato corto: si fanno perchè “tanto qualcuno andrà comunque a vederli”.

      27 novembre 2012 alle 10:20

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...