www.pompieremovies.com

DARK SHADOWS


USCITA CINEMA: 11/05/2012.


REGIA: Tim Burton.
ATTORI: Johnny Depp, Eva Green, Jackie Earle Haley, Michelle Pfeiffer, Helena Bonham Carter, Christopher Lee, Alice Cooper. MUSICHE: Danny Elfman.


PAESE: USA 2012. GENERE: Horror, Fantasy. DURATA: 113 Min.

VOTO: 4

Scritto da M.Tiger


Già alla fine del primo tempo la mia opinione su questo ultimo lavoro (escludendo Frankenweenie, nelle sale ad ottobre 2012) di Tim Burton era già delineata: film PERDIBILE.
Poi, come sempre, sono stato paziente e ho concesso il beneficio del dubbio, confidando in un finale di recupero, per quello che invece si è dimostrato inesorabilmente uno dei peggiori film della stagione, forse di sempre, sicuramente uno dei peggiori “sfornati” dal regista.
Sono lontani i tempi in cui lo “spiritello porcello” Beetlejuice affermava Tim Burton come una delle promesse del cinema d’oltre oceano.
E non è un caso che io citi questo film, perchè sembra essere proprio questa la pellicola dalla qualle Burton ha attinto (e dire “a piene mani” è un eufemismo…) per quella che alla fine della fiera risulta solo un “F-re(e)make” del titolo originale (vi piace? l’ho appena coniato “Free Remake”, ovvero Remake Gratuito – inutile – da affiancarsi al termine “Freequel” del patron Pompiere n.d.r.).
La corrispondenza dei personaggi non è forse così diretta (e ci mancherebbe pure!), ma dopo qualche minuto di visione risulta evidente quanto ormai il regista sia a corto di idee e creatività, non di meno lo staff “artistico” di cui si avvale.
E non solo. Troviamo citazioni “incolte”, è proprio il caso di dirlo, sparate letteralmente quà e là:
Nosferatu (di cui il protagonista riprende orecchie ed gli artigli, articolando continuamente e forzatamente le mani per tutto il tempo, quasi a sottolineare la “geniale” trovata…mah); Beetlejuice (personaggi e trama sono solo un “rimpastone” insipido della fortunata pellicola del 1988);
L’Esorcista (il vomito verde di Regan);
La morte ti fa bella (la porcellanata e innaturale bellezza della cattiva di turno, e lo “scontro a fuoco” con la stessa);
Twilight (un pizzico da tutti gli episodi, che non ci sta male… o forse si?! compresi improbabili licantropi e il banalissimo finale);
Haunted – Presenze (uno per tutti quelli del genere, da cui Burton riprende le atmosfere tetre dell’antico maniero).
Direttamente da “Il mistero di Sleepy Hollow” invece Burton recupera l’intramontabile Michelle Pfeiffer, che stavolta lascia i panni della cattiva per cederli alla bellissima Eva Green; sono loro le uniche due interpreti che riescono, grazie a fascino e bravura da vendere, a tirar fuori qualcosa dai loro personaggi, ma certamente non possono, da sole, risollevare le sorti di una storia che rimane senza speranza… fino alla fine.
E l’atmosfera anni ‘70, che avrebbe potuto essere uno spunto per creare un’ambientazione inusuale e interessante, viene di fatto solo accennata nella prima parte del film, con stereotipi triti e ritriti (tra inflazionate lava-lamp, insegne al neon, e frastornati hippies), che creano una aspettativa puntualmente disattesa.
E’ proprio così che la pellicola spara tutte le sue cartucce: ottimi spunti, qualche gag riuscita, una profusione di scenografie, costumi, trucco ed effetti speciali impeccabili, e scontri a dire il vero troppo violenti per un film destinato non solo ad un pubblico adulto.
Cartucce a salve che di fatto sono solo la punteggiatura di un discorso senza capo nè coda.
Soporifera per gran parte del tempo, la sceneggiatura è un colabrodo da cui si perdono dialoghi e personaggi appena accennati, che scompaiono per troppo lunghi periodi di tempo durante il film senza alcuna utilità ai fini del racconto.
Johnny Depp e Helena Bonham Carter sono sempre troppo uguali a sè stessi, forse solo un pò più stanchi, in una rappresentazione che invece di aggiungere, detrae passione e interesse a due attori capaci di interpretazioni invece brillanti e convincenti in altri ruoli ed, evidentemente, sotto la direzione di altri registi.
Un pasticcione, una ciambella senza buco, da evitare con cura.

Scritto da M.Tiger

Annunci

2 Risposte

  1. ale55andra

    Io non sarei stata così drastica però. Ovviamente è una questione di soggettività ci mancherebbe. Fermo restando il fatto che ovviamente non siamo ai livelli del Burton di un tempo.

    28 maggio 2012 alle 23:33

    • M.Tiger

      Ciao Ale55andra,

      a parte la soggettività di averlo trovato brutto in assoluto, il mio giudizio è ancora più intransigente proprio perchè in passato lo stesso autore ha creato opere nettamente superiori.
      Vedere ora un lavoro che è solo l’ombra di quello che ho considerato il “grande” Burton mi provoca un disappunto ancora più profondo.
      Già siamo in un’era di produzioni cinematografiche scadenti, confezionate con tanti fiocchi, ma che di sostanza ne hanno ben poca. Sono stanco di constatare una tale povertà di contenuti, di idee, di spunti, sopratutto perchè nel Cinema ci credo ancora, e credo ancora (e la qualità di alcune produzioni lo confermano – per fortuna!) che si possa lavorare molto meglio; ci si lamenta di un settore in declino, ma io direi che invece è “decadente”.
      Trovo sempre più spesso una qualità migliore nella produzione di Serie TV, che grazie all’accetta degli ascolti o sono davvero buone (e oltre a vendere bene, innalzano la qualità media di questo tipo di prodotti), oppure vengono cassate.
      E penso che, se si trovasse il modo, bisognerebbe fare così anche con la maggior parte delle produzioni cinematografiche.
      …forse, in questa epoca di soggetti Free-make o Free-quel, di dialoghi sconcertanti, di violenza gratuita, di scene d’azione girate con lo “shaker”, beh forse avremmo un pò più di sana selezione.
      E allora sì, cerco di mantere l’obiettività, ma anche sono tanto più spietato quando vedo lo spreco di talento e risorse, che pure costano milioni di dollari e producono opere dimenticabili.

      30 maggio 2012 alle 12:05

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...