www.pompieremovies.com

I GUARDIANI DEL DESTINO



USCITA CINEMA:
17/06/2011.


REGIA e SCENEGGIATURA: George Nolfi.
ATTORI: Emily Blunt, Matt Damon, Anthony Mackie, Daniel Dae Kim, Terence Stamp.


PAESE: USA 2011. GENERE: Fantascienza, Sentimentale. DURATA: 124 Min.

VOTO: 5

David (Matt Damon), giovane rampante e schietto, è il più giovane e probabile candidato alla carica di Senatore dello stato di New York.

Tutto va a meraviglia finchè il destino lo fa incontrare con la bella ed eclettica Elise (Emily Blunt), e poi letteralmente “scontrare” con degli strani figuri che hanno la capacità di bloccare il tempo, influenzare il pensiero degli uomini, e
vogliono tenerlo separato della “bella” per la quale il nostro eroe sente una ricambiata, indissolubile attrazione. Il poco misterioso gruppo non tarda, nello srotolarsi (o forse è meglio dire attorcigliarsi) della trama, a definirsi “I Guardiani del Destino”, un incrocio tra angeli, gli alieni di “The Box” e i “Men in Black”, che operano piuttosto maldestramente per far sì che l’umanità segua il destino descritto nel “Piano del Presidente”…

E’ questo il perno attorno al quale letteralmente si incarta la “sforacchiata” sceneggiatura; che più che un andamento lineare con un inizio, un crescendo, e un finale a sorpresa (come si addice ad un buon film d’azione), ne ha uno da borsino, dove il relativo titolo sale e scende a picchi, fino all’inesorabile crack del finale.
Dopo un inizio lento e incerto, la pellicola prende quota all’inizio del secondo tempo, quando entra in scena l’inquietante guardiano Thompson (Terence Stamp), per rovinare inesorabilmente verso un finale che definire banale è un eufemismo. Peccato, perchè Damon, Blunt e Stamp avrebbero meritato di più. Sono loro che sostengono con una buona interpretazione una sceneggiatura colabrodo la quale, a un certo punto, diventa indifendibile anche per le loro doti recitative. Ed è solo per loro merito che ho dato un 5, invece di un bel 4.
Annunci

3 Risposte

  1. Un po’ cattivo. Il film in sé per sé è divertente dall’inizio alla fine, il problema sta nella conclusione improvvisata e tirata via. Non sarei sceso sotto il 6….

    ps. Approfitto di questo spazio per i complimenti sulla scelta della nuova skin del blog, mipiace mipiace mipiace 🙂

    27 giugno 2011 alle 12:37

    • White Tiger

      La delusione di un finale indegno, varia da persona a persona, nella percezione.
      Per me è un errore molto grave, che letteralmente di manda di traverso tutto il film.

      27 giugno 2011 alle 12:40

    • White Tiger

      Grazie per i complimenti, è il frutto di un duro lavoro 🙂

      27 giugno 2011 alle 12:40

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...