www.pompieremovies.com

L’APPRENDISTA STREGONE


Un film di Jon Turteltaub.

Con Nicolas Cage, Jay Baruchel, Teresa Palmer, Alfred Molina, Monica Bellucci.

Titolo originale The Sorcerer’s Apprentice. Fantastico, Ratings: Kids, durata 111 min. – USA 2010. – Walt Disney. Uscita: mercoledì 18 agosto 2010.





VOTO: 6,5


Per i bambini e non solo, da un paio di generazioni a questa parte, quando si dice “Apprendista Stregone” si intende la celebre sequenza di “Fantasia” accompagnata dalle note dell’omonimo poema sinfonico di Paul Dukas; il soggetto originale è però di Goethe, che compose una ballata così intitolata a fine ‘700.
Sia la ballata che il cortometraggio ispirano una delle scene più divertenti del film di Jon Turteltaub, un action movie velato di atmosfere fantasy e ambientato nella contemporanea Manhattan.

Da secoli Merlino combatte contro la terribile Fata Morgana. Nello scontro finale il mago viene colpito a morte e lascia al più fidato discepolo il compito di trovare il suo discendente.
La ricerca porta Balthazar (Nicholas Cage) a confrontarsi con David (Jay Baruchel), un laureando in fisica, brillante ma imbranato e con una scarsissima autostima, che però risulta essere colui che erediterà i poteri di Merlino.
La pellicola vedrà i due combattere contro il perfido Orvath (Alfred Molina) per evitare che la Fata Morgana, il cui obiettivo è distruggere la terra (partendo proprio da New York, originale…), venga liberata ed in contemporanea riportare in vita Veronica (Monica Bellucci), altra allieva di Merlino e amante di Balthazar.

Il film è effettivamente diviso in due parti.

Il primo tempo risulta assai divertente, pieno di spunti propri della commedia brillante e movimentato come un film d’azione richiede.
Il secondo invece è più lento e macchinoso e arriva ad un finale un po’ tirato via; volendo far bene, sarebbe stato ideale accorciarlo sviluppando meglio l’epilogo che risulta improvviso e piuttosto banale.

La regia è buona e coinvolgente, con le scene di inseguimento che sono classiche del genere “americanata”: la telecamera scuote a destra e a manca per dare il senso della concitazione e personalmente con me ci riesce. Certo, dopo un quarto d’ora di corse e testa coda, l’effetto nausea non è improbabile.
Una nota per l’interpretazione della Bellucci che, non c’è che dire, ha una presenza scenica notevole, quando è in video non si può non apprezzare, ma riesce a pronunciare male quella ventina di parole che il regista gli ha messo in bocca, risultando piacevole come un’unghiata sulla lavagna.

Nel complesso, il film è carino, simpatico e godibile, non delude e porta al classico finale con morale, proprio dei film targati Disney.

Annunci

15 Risposte

  1. Non l’ho visto e probabilmente non lo vedrò.

    24 agosto 2010 alle 16:03

  2. Condivido pienamente la Recensione del Malvasio Virgo, chissà perchè… 🙂

    24 agosto 2010 alle 16:23

    • Malvasio Virgo?

      24 agosto 2010 alle 16:28

    • Condividi la recensione perché su alcuni punti si pensava allo stesso modo 😛

      Ok… forse ho pescato uno o due spunti da te, ma prendilo come un apprezzamento verso i tuoi insegnamenti hihihhi!!!

      24 agosto 2010 alle 16:53

    • Virgolo, il mio era uno stupito moto di apprezzamento 🙂

      24 agosto 2010 alle 17:29

  3. (ATTENZIONE: contiene spoiler!)
    In Ogni caso non hai parlato delle EVIDENTI citazioni di:
    – Il Piccolo Buddha (la ricerca del bambino prescelto)
    – Dragon Ball (le sfere di energia lanciate dagli stregoni)
    – Percy Jackson & Co. (l’ambientazione a Manhattan è davvero fuoriluogo…)
    – Ritorno al Futuro (l’auto con cui gira Balthazar, sembra l’antenata della Delorean; addirittura nell’ultima scena viene modificata per catturare un fulmine e risolvere la situazione)

    24 agosto 2010 alle 17:33

    • E’ che io gran parte delle citazioni non le trovavo calzanti (tranne quella di Dragon Ball) e avevo deciso già uscito dal cinema che le avrei tralasciate… Dovrei riguardarlo, a prima vista diverse cose mi son sfuggite probabilmente… la prossima volta sarò sicuramente più critico 🙂

      24 agosto 2010 alle 17:42

    • …ma se vuoi fare il critico… devi ESSERE critico 😀

      24 agosto 2010 alle 19:20

  4. Grazie Tigrolo, son contento contento contento che apprezzi 🙂

    24 agosto 2010 alle 17:35

  5. …per non parlare dell’inseguimento con Ferrari e Mercedes, direi assolutamente tirato fuori, si può proprio dire, dal cilindro, come costretta occasione per un inseguimento in auto (e in questo caso si, la regia è efficace… alla nausea…).

    Infine, si, per passare una serata leggera e senza pretese, all’insegna di “incant-action” (neologismo di fresco conio) va bene, ma più di un 6 non merita.

    24 agosto 2010 alle 17:37

    • Della serie: “Ho apprezzato” 😛

      24 agosto 2010 alle 17:43

    • beh scusa, il 6 gliel’ho dato, solo mezzo voto in meno…

      24 agosto 2010 alle 19:21

      • Credo che non vedrò questo film.

        25 agosto 2010 alle 01:10

        • Sono due ore risparmiate, Calogero 😉
          Investile in altri film più meritevoli.

          10 maggio 2011 alle 14:29

  6. Mario 56

    Beh se un film così “banale” ha creato dal nulla un conciliabolo così effervescente tra cultori della ns passione mi invoglia quasi a recuperarlo nonostante il protagonista nipote di Coppola che non ricordo mai il nome ..eppure ha vinto pure un oscar….boh l’età che sopraggiunge…

    14 maggio 2011 alle 16:07

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...