www.pompieremovies.com

PRETTY WOMAN


Pretty womanUn film di Garry Marshall.

Con Julia Roberts, Richard Gere, Ralph Bellamy, Laura San Giacomo, Jason Alexander.

Commedia, durata 117 min. – USA 1990.

VOTO: 6


Durante i primi anni ’80 Richard Gere era un attore di successo ma, dopo qualche passo falso, sembrò relegato all’oblio, un po’ come successe al collega John Travolta. “Pretty Woman” segnò la sua resurrezione artistica e lo pose di nuovo sotto le luci della ribalta. Insieme a lui una Julia Roberts alle prime armi. Attenta, è una trappola!

Il film fu un grande successo in tutto il mondo, lanciò la Roberts tra le stelle del firmamento hollywoodiano e ripropose alla grande Gere. Due piccioni con una fava. Una fava perfetta, dolce, con tanta glassa e cosparsa di tanto zucchero a velo, rossetto e cioccolato.

La storia e’ tratta dalla favola di Cenerentola che, in questa occasione, fa’ la prostituta in una strada di Hollywood dove incontra l’affarista miliardario Edward il quale gli propone un affare, restare con lui una settimana per una cifra da capogiro. L’iniziale rapporto collaborativo diventa piano piano sentimentale fino al lieto fine che tutti sappiamo.

Una storia semplice semplice, un film che inizialmente avrebbe dovuto interpretare la Golino (la quale venne scartata), che doveva avere un finale tragico (ma che venne depurato di ogni elemento negativo) e che si trasformò come la principessa in una gradevole commedia sentimentale che oggi piace un po’ a tutti, anche perche’ la confezione e’ graziosa e il taglio sobrio ed elegante. Un film dal taglio classico con tempi moderni.

“Pretty woman” è diventato la gallina dalle uova d’oro della Rai, visto che a ogni passaggio televisivo incolla al video milioni di telespettatori. Cenerentola non aveva mai fatto tanto del bene in vita sua. E noi la ringraziamo.

Annunci

5 Risposte

  1. agegiofilm

    Mi chiedo come faccia la Rai ogni volta a tirar su tanti spettatori…Lei era splendida, ma se ci fosse stata la Golino al posto suo????
    Il Torneo degli Oscar non si è fermato, e come potrai capire è arrivato al 1991.

    27 novembre 2009 alle 13:45

  2. Mario 56

    In effetti concordo con agegiofilm , sarebbe da capire il motivo di tanto successo televisivo di un film che visto una volta basta e avanza, e poi la storia è paradossale ma forse la gente comune appesantita da mutui e bollette piace evadere su storielle a lieto fine per poi ripiombare nell’inferno quotidiano senza potersi ribellare ma speranzosi che la vita possa cambiare da un momento all’altro, valli a capire questi italiani ottimisti per natura e autolesionisti per indole …

    27 novembre 2009 alle 15:31

    • pompiere

      Penso che alla gente piaccia ripetere un’esperienza positiva e conciliante come potrebbe essere la visione di “Pretty woman”.
      Credo che per il pubblico, più semplicemente e al di là di spiegazioni articolate e cervellotiche, sia rilevante il gusto che prova ad assistere a una storia d’amore così favolistica.

      27 novembre 2009 alle 16:38

  3. agegiofilm

    Tutti dimenticano chi è la Cenerentola della storia, mi pare illogico…

    28 novembre 2009 alle 18:05

  4. Mia madre ringrazia. Io maledico 😛

    25 giugno 2010 alle 00:48

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...