www.pompieremovies.com

DOOM GENERATION


Doom generationDOOM GENERATION
(UN FILM ETEROSESSUALE DI GREGG ARAKI)

CAST TECNICO ARTISTICO:

Regia, Sceneggiatura e Montaggio: Gregg Araki.
Musica: Jesus and Mary Chain, Nine Inch Nails, Porno For Pyros, Front 242, Slowdive, Belly, Curve, MC 900 FT.
Jesus, Meat Beat Manifesto, Cocteau Twins, Coil, My Bloody Valentine, Ride, Love And Rockets, The Wolfgang Press, Lush,
Medicine, Babyland, Bigod 20, Aphex Twin, God Lives Underwater, The Verve.
Produzione: Andrea Sperling, Gregg Araki,
Pascal Caucheteux (Francia).
(USA, 1995). Durata: 85′.


VOTO: 6,5


Il vostro “tromba” ha visto questo film nel lontano 1995 in una sala d’essai. Un tempo potevi andare al cinema e vedere film cosi’. Ora non piu’. Comunque questo film e’ meglio di un qualsiasi trip o bevanda forte ingerita per sballare la mente e deviare la mia coscienza malata. Eh sì, perche’ un po’ malato lo sono, diciamocela tutta. E questa pellicola mi incanto’ non poco.

Il regista ancora non lo conoscevo: era quel Gregg Araki che in seguito sarebbe diventato una punta di diamante del nuovo “queer cinema”. Egli dichiara che e’ un film eterosessuale ma in questa societa’ liquida di etero puro c’e’ rimasto ben poco…

Ero incredibilmente estasiato come in una visione mistica. Niente di cosi’ seducente avevo mai visto al cinema e per chi come me ama i rapporti multipli senza invidia e gelosia questo film e’ un piatto molto ricco e molto elaborato. I nostri tre protagonisti sono dei perdenti di fine secolo che vagano nel nulla eterno senza una causa ne’ un solo ideale. La loro vita e’ priva di ogni morale e senza un futuro; per questo vagano su una macchina e dentro stanze di motel che sono i loro rifugi da un mondo che sembra odiarli e non volerli piu’ se non morti. Chi dorme non piglia pesci

Vivono in una realtà allucinata fatta di colori, musica distorta e si nutrono di cibo che pare fatto di plastica. Sperimentano qualsiasi tipo di droga e promiscuita’ sessuale. Ma non sono dei cinici nel loro modo di manifestare, anzi, hanno un grande bisogno di amore e anche la violenza che ne sprigiona e’ un modo di autodifesa dalle insidie del mondo.  Il loro e’ un viaggio insidioso e pieno di pericoli. Sembra quasi un videogioco dove i protagonisti devono solo riuscire a salvare la pelle.

Jordan e’ il perfetto scemarello di turno un po’ di fuori e perfettamente ingenuo al punto di dire quando e’ sballato che si sente come un criceto nel culo di Richard Gere. Amy e’ la sua donna;  e poi c’e’ l’altro, Xavier, che sembra la personificazione terrestre dell’angelo Lucifero. Un trio perfetto e sperimentale.

E poi me la fate dire una cosa? Il protagonista maschile e’ molto bello ed erotico; alimenta non pochi pensieri porno. E qualcosa con i naziskin ce la farei anche io… Ardito? Guardate il film e poi me lo direte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...