www.pompieremovies.com

LA CASA


La Casa“La casa” è un film di Sam Raimi del 1981.

Con Bruce Campbell, Ellen Sandweiss, Hal Delrich, Betsy Baker, Theresa Tilly.


Prodotto in USA. Durata: 85 minuti.






VOTO: 3


SEMBRA UNA CASA NORMALE DA FUORI! Il titolo di lancio era questo, me lo ricordo benissimo, e per Sam Raimi questo film fu una vera botta di c*** tanto da lanciarlo nell’olimpo dei registi hollywoodiani. Ma mi chiedo… per cosi’ poco? Eppure fu cosi’. Non solo il film ando’ bene ma ricevette numerosi premi e ancora non ho capito il perche’. E’ considerato un Cult Movie e ancora non ho capito il perche’. Certo, 30 anni fa eravamo proprio c*****ni, eppure film belli dello stesso genere erano usciti, tipo “Halloween la notte delle streghe”: mancava “Nightmare dal profondo della notte” ed “Hellraiser”… ma questa “Casa”? Boh! E di case, gli anni ’80, sono stati pieni… case dall’una alla decima, case con scale, case maledette e infestate.

Cinque amici si recano in uno chalet abbandonato e vi trovano un libro e un nastro magnetico dove il professore di turno alla fine narra la formula magica… Le creature degli inferi si risvegliano, portando sconquasso tra i vivi e rompendogli le balle a gogo. Da li’ lo spattler e’ servito, fatto con i truccosetti e i vasetti di yogurt. La gente in sala rideva e rideva, e io pensavo: “ma non siamo a vedere un film di paura?”. Forse il cretino quel giorno ero io….

Quello che piu’ ammiro di questo film e’ il suo essere artigiano, anche perche’ fu girato con un bugdet ridotto e in totale autonomia. Lo chalet dove si ambienta era veramente abbandonato, e parte dei trucchi e delle riprese furono fatti nell’arco di un anno e mezzo. La botola dove vengono confinati i mostri non esisteva, quindi le scene della cantina furono girate altrove. La macchina era quella del regista, la quale sara’ poi presente in quasi tutte le pellicole. Bruce Campbell non zappa l'orto

Una maccheronata all’americana e il risultato si vede perche’ il film fa scompisciare dal ridere e non mette per niente paura; forse era il vero intento di Sam Raimi quello di far ridere la gente guardando un film dell’orrore e quindi sdrammatizzare per sempre un genere che andava prendendosi un po’ troppo sul serio? Puo’ darsi, ma il risultato non mi convinse appieno e di Sam Raimi mi sono piaciute altre cose. Comunque se non vi siete divertiti abbastanza guardatevi anche il seguito, “La casa 2”, dove lì ti chiedi veramente: “ma e’ o ci fa’?”.

Annunci

2 Risposte

  1. Non ti sembra di essere stato un po’ troppo severo col voto di questo film?

    Dici di non aver capito bene il perchè di alcune cose e poi ne ipotizzi i motivi, mostrando almeno una titubanza nel giudizio… Ammiri l’ “essere artigiano” della pellicola ma ne deridi gli effetti speciali. Boh.

    E poi, scusa, ma c*****ne ci sarai te! 😉

    31 luglio 2009 alle 13:51

  2. O.R.

    Io lo ho trovato gustosissimo, mi ha genuinamente spaventato e l’artigianalità con cui è fatto ne aumenta il valore; l’unica scena che non andava era la decomposizione finale, troppo “plasticosa”.. ma per il resto aveva tutte le carte in regola, dalla tensione alla follia.

    Comunque, se questo era un vero film horror, il seguito è invece volutamente più comico, è evidente, altro che “ci fa o ci è”. Conferma viene dal terzo, L’Armata delle Tenebre.

    28 giugno 2010 alle 17:31

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...