www.pompieremovies.com

GO FISH – Segui il pesce


Go Fish - segui il pesceUn film di Rose Troche.

Con Guinevere Turner, V.S. Brodie, Wendy McMillan.


Titolo originale Go Fish. Commedia, durata 87 min. – USA 1994.







VOTO: 7


Care amiche vicine e lontane… nella cinematografia o nella letteratura voi siete descritte come vecchie bacucche e assassine deformi, oppure siete donne torbide. Non siete mai limpide o donne tranquille con una vostra vita. Questo piccolo gioiellino degli anni ’90 vi rappresenta come esseri umani e tranquilli…. Quindi guardatevelo e godetevelo.

Rose Troche, la regista, in seguito scriverà e dirigera’ anche alcuni episodi di L WORLD ma li’ siamo gia’ sul lesbo chic, a volte un po’ fuori dal reale. Qua siamo piu’ sul pianeta Terra. Una locandina alternativa

“Go fish” (segui il pesce) nel gergo lesbico significa andare a donne o pescare la tua carta.

Questo film costa pochissimo e incassa nel circuito quasi 2 milioni di dollari. Girato in un bianco e nero sgranato, con attrici non protagoniste, dopo un po’ si ferma in fase di realizzazione per problemi di finanziamenti. Poi viene terminato e comincia il suo giro per il mondo e la sua trionfale ascesa.

Il film gira intorno ad un collettivo lesbico e alle vicende delle loro protagoniste che pensano di essere fatte l’una per l’altra anche se in comune hanno poco o niente. Ma come sempre, si sa, gli opposti si attraggono. E qui di opposti ce ne sono eccome. 5 donne: 3 bianche, 1 nera e 1 latinoamericana. Una bella macedonia. Questa e’ un po’ la vita.  Il bello di questo film delizioso e’ lo stile di vita delle protagoniste; loro sono lesbiche ma non si sentono affatto diverse. Un’omosessualita’ totalmente vissuta e mai ostentata che fa parte della vita e non ne viene esclusa. Infatti anche GO FISH appartiena alla corrente del NEW QUEER CINEMA che, da un certo punto in poi, rompe gli schemi con il passato e da’ dell’universo GAY un’immagine piu’ consona e vicina alla realta’. Da qui il volto nuovo: non piu’ un cinema fatto da major ma film fatti spesso a basso costo e produzioni indipendenti e presentati nei vari festival con un buon successo di pubblico. Un cinema di ghetto che non deve neanche uscire tanto da rimanere contaminato e sciuparsi.

Buona visione. Di cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...