www.pompieremovies.com

STRIPTEASE


StripteaseCast: Demi Moore, Armand Assante, Matthew Baron, Gary Basaraba, Teddy Bergman, Antoni Corone, Siobhan Fallon, Frances Fisher, Kimberly Flynn, Jerry Grayson, Paul Guilfoyle.

Regia e sceneggiatura: Andrew Bergman.


Anno di uscita: 1996.

Genere: Drammatico.




VOTO: 2


La mia fata buona me lo aveva detto: “se vai a guardare Striptease non ti parlo piu’ e ti faccio diventare un burattino di legno”. Ed io, testone, andai a vederlo. Mentre la pellicola scorreva il grillo parlante me lo diceva “SEI SOLO UN POVERO CO***ONE”.

Quando tornai a casa invece mi trovai il gufo, la civetta e il corvo sulla porta con la pistola in mano che mi dicevano “l’hai offesa, vergognati!”. Ma ormai l’avevo fatto e il danno era irreparabile. Dio mio, quanto avevano ragione tutti!

Ma procediamo con calma e con lucidita’ mentale che in questi casi ci vuole. A meta’ degli anni ’90 tutti cominciano piano piano a spogliarsi. Attrici, cantanti, uomini, trans, lesbiche. D’altronde, dopo il karaoke, a livello di massa ci voleva una moda democratica un po’ alla portata di tutti. Il nudo e’ trasversale e costa poco. E per uno come me che, come il protagonista di VEDO NUDO, vede gente nuda ovunque e’ una delizia per la vista.

Le Major fiutano come al solito l’affare e vengono prodotti alcuni film tremendi che saranno dei flop clamorosi. Ve lo ricordate SHOWGIRL? E’ un film tremendo e irritante.
Ma la palma d’oro spetta a Striptease che e’ qualcosa di piu’ perche’ rasenta l’imbarazzo e la demenza senile. La storia e’ scema: un’avvenente agente dell’FBI viene licenziata in tronco in un momento difficile della sua vita visto che si e’ appena separata del marito psicopatico al quale pero’ viene affidata la figlia piccola. Allora la sensuale, per campare, si esibisce in un topless bar e ha molti ammiratori tra i quali il politico di turno. Da li’ in poi un guazzabuglio di equivoci tra mafia, psicopatici e riaffidamento della figlia. ...e vediamola tutta!

Se questo film fosse stato interpretato da una procace Edwige Fenech, Lino Banfi,  Bombolo e con il senatore di turno il grande Mario Brega uno si sarebbe anche divertito… invece no! Qua si fa sul serio con una Demi Moore pagata fior di miliardi per questa stupida parte e si scomoda pure Burt Reynolds. Il risultato e’ pessimo e ridicolo. Vuole essere impegnato con la storia della figlia e non lo e’. Vuol far ridere e non lo fa. Vuole essere sensuale ma lei e’ erotica come lo potrei essere io. Bella, ma una manza presa e messa li’. La sceneggiatura e’ brutta e con dialoghi ridicoli.

Eppure quando andai a vederlo la sala era piena e da noi un film di tale oscenita’ incasso’ la bellezza di 12 miliardi di allora. Vattelo a pesca!

VOTO: MENO 10.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...