www.pompieremovies.com

BELLISSIMA


BellissimaAnno: 1951.
Durata: 113′. Origine: Italia. Colore: Bianco e Nero. Genere: Drammatico.
Regia: Luchino Visconti.
Soggetto
: Cesare Zavattini. Sceneggiatura: Suso Cecchi D’amico, Francesco Rosi, Luchino Visconti.
Produzione: Salvo D’angelo per la Bellissima Film – Srl.


Attori: Anna Magnani, Walter Chiari, Tina Apicella, Gastone Renzelli, Teresa Battaggi, Alessandro Blasetti, Lola Braccini, Arturo Bragaglia, Luciano Caruso, Mario Chiari, Michele Di Giulio, Liliana Mancini, Corrado Mantoni.

Temi musicali tratti da: “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti.


VOTO: 10


Bellissima e’ bellissimo. Sembra quasi uno stupido gioco di parole, eppure questo film del 1951 sa parlare con un linguaggio moderno di un tema ancora di grande attualita’. La madre che stravede per la figlia e che vuole a tutti i costi che entri a far parte del mondo dello spettacolo. La madre che, rinunciando a certe aspirazioni piccolo borghesi, martirizza la figlia affinche’ lei si realizzi. Ma il provino tanto atteso si risolve in un disastro. Con il faccino stravolto dal trucco la piccina non riesce a spengere le candeline e scoppia a piangere. Nascosta nella sala di proiezione la madre vede e sente le risate sguaiate della corte di Blasetti. E’ il crollo di tutte le speranze. Dopo essersi sfogata con lo stesso Blasetti, Maddalena si riporta a casa la sua creatura ormai esausta.

Visconti da molto tempo serbava il desiderio di lavorare con la Magnani. Nel 1942 la voleva come protagonista del suo film Ossessione ma il progetto non fu possibile e fu scelta la Clara Calamai. Passano 9 anni e l’occasione di lavorare insieme finalmente arriva. Diciamolo subito: non era il film che lui avrebbe voluto girare. Aveva dovuto rinunciare al progetto del trittico siciliano che avrebbe dato un quadro completo della lotta per la sopravvivenza dei pescatori, dei minatori, delle solfatare e dei contadini. Fu realizzato solo il primo capitolo “La terra trema”.

Inoltre dovette rinunciare anche a CRONACHE DI GIOVANI AMANTI tratto da Pratolini e a LA CARROZZA DEL SANTISSIMO SACRAMENTO da Mérimée. Pur non essendo tanto entusista del soggetto di Zavattini, aveva con se’ la Magnani e questo gli basto’ per dire di si’. E lui, sempre cosi’ scontroso e burbero, con lei fu pieno di attenzioni. In fin dei conti erano due grandi talenti che si incontravano. E' il momento del provino

Il soggetto di Cesare Zavattini era una denuncia sul mondo del cinema come fabbrica di sogni e illusioni. Ma come ho detto lo stesso Visconti non riteneva che il soggetto fosse cosi’ interessante e se ne servi’ come lazzo per dare vita al personaggio della Magnani, sia come donna che come madre. Tutto improvvisato dal grande temperamento dell’attrice. E ancora una volta l’aristocratico sceglieva una figura del proletariato.

Qua la Magnani ha raggiunto il suo massimo vertice, il suo capolavoro. Un personaggio come Maddalena e’ tutto istinto e passione, avvolto nella sua umile condizione sociale.  Gli echi di cotanta statura drammatica si vedranno anche anni dopo in MAMMA ROMA scritto per lei da PIER PAOLO PASOLINI. Altra grandissima prova. L’ultima.

Due piccole curiosita’: nel film compare anche Walter Chiari il quale, nella scena del corteggiamento sulla riva del Tevere, da un’idea del bravo attore che poi sarebbe diventato. Ebbene quella scena fu del tutto improvvisata. Il film comincia con un concerto radiofonico dove si esegue l’ELISIR D’AMORE di DONIZETTI, poi entra un giovane speaker che annuncia il concorso per una bambina adatta per una produzione di BLASETTI. Bene,  quello speaker non è altri che un giovanissimo CORRADO.

Annunci

2 Risposte

  1. cercolo

    bella recensione … equilibrata … ben esposta … struttura scarna e basilare … raffinata e consona al Grande Regista … grazie

    28 giugno 2009 alle 17:45

  2. iltromba

    CIAO CERCOLO GRAZIE PER IL COMPLIMENTO ANCHE SE MI DOCUMENTO SEMPRE PRIMA DI RECENSIRE UN FILM
    UN PO’ DO ALLA EMOZIONALITA’
    IL RESTO LO CERCO….
    COMUNQUE E’ UN FILM BELLISSIMO

    29 giugno 2009 alle 18:46

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...