www.pompieremovies.com

OCCHI DI CRISTALLO


Occhi di cristalloUn film di Eros Puglielli.

Con Luigi Lo Cascio, Lucia Jiménez, José Angel Egido, Carmelo Gomez.



Thriller, durata 107 min. – Italia 2004. Uscita: venerdì 26 novembre 2004.





VOTO: 8


Questo film e’ una piccola mosca bianca. Il genere giallo, ultimamente, in Italia non ha avuto ne’ una buona fortuna ne’ registi degni o grandi film. Eppure questo gioiello alla prima visione mi ha molto entusiasmato e lo annovero come il miglior thriller italiano dell’ultima decade di inizio secolo.

Buona sceneggiatura, buoni interpreti, un sadismo di fondo e un distacco che pervade tutto il film dall’inizio  alla fine.

Il film racconta la caccia dell’ispettore Amaldi ad uno spietato assassino che uccide le sue vittime amputandole di pezzi anatomici al cui posto lascia pezzi di una bambola del settecento. Il film e’ tratto dal libro “L’impagliatore” di DI FULVIO LUCA.

Lo Cascio e’ perfetto nel ruolo dell’ispettore di polizia cupo e aggressivo. Ed EROS PUGLIELLI e’ bravo nel saper valorizzare anche le parti minori costruendo, tramite un montaggio perfetto, un film che parte bene e via via conduce al tragico epilogo. Come in diverse pellicole del genere, sopratutto negli ultimi anni, anche chi dovrebbe rappresentare il bene ha avuto un passato travagliato e questo serve per dirci che il male e’ solo un punto di vista, che non esiste una verita’ unica e assoluta ma solo soggettive su ogni cosa e ognuno ha le sue priorita’.

**SPOILER** Luigi Lo Cascio in una scena del film

Come l’imbalsamatore del film che piano piano, vittima dopo vittima, cerca di portare a termine il suo disegno di morte e solo per soddisfare un suo bisogno, una sua priorita’ assoluta.

Qualche attenzione va data alla fotografia la quale rende molto gelida la morte.

qualche scena vale la visione di questo film:

L’uccisione dell’antiquaria: un delitto efferrato e cudele, una bellissima morte che non ci lascia scampo e ci incolla a guardarla. Una morte che, per ambientazione e crudelta’, rimanda al miglior Dario Argento.

Il ritrovamento della dottoressa sulla spiaggia e la sua orrenda fine, in un luogo desolato e assolato tra l’indifferenza di tutti.

Bello questo film: insieme al SIERO DELLE VANITA’ di ALEX INFANSCELLI merita almeno una visione per capire dove poteva andare il genere thriller nel nostro paese. Purtroppo, visto con il senno del poi, sono stati 2 fuochi di paglia. Peccato.

Annunci

3 Risposte

  1. leobear

    Visto al cinema nel 2004…sono uscito dalla visione indignato!Film bruttissimo e ridicolo secondo me!
    Ciao Tromba…continua così…è un piacere leggerti!

    25 giugno 2009 alle 14:11

  2. Satanik

    …visto anche io al cinema ed a parte gli omicidi piuttosto divertenti non è niente di che e Lo Cascio l’ho sentito fastidiosamente fuori parte…ad eccezione del pezzo in cui sclera, li la gente ha riso fino alla fine del film…anche per colpa mia che l’ho apostrofato con un “però che attrice”

    25 giugno 2009 alle 15:16

  3. Complimenti peer la recensione.
    Anche se non l’ho visto mi hai fatto incuriosire.

    25 giugno 2009 alle 22:22

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...