www.pompieremovies.com

ANGELI E DEMONI – Anteprima


Angeli e demoni

Mancano ormai pochi giorni. Il conto alla rovescia è cominciato. “Angeli e demoni” sta per concretizzarsi in immagini dopo esser stato per 9 anni protagonista delle pagine di uno dei più avvincenti romanzi di Dan Brown, lo scrittore de “Il codice da Vinci”.

E così come per “The Da Vinci Code” anche per “Angels & Demons” si è interessato alla trasposizione il regista Ron Howard. La storia chiama ancora a raccolta il professor Langdon (interpretato da Tom Hanks) questa volta sulle tracce degli Illuminati, una setta antireligiosa creduta estinta che sembra risorgere in coincidenza del rapimento di 4 cardinali in procinto di sostituire il Papa, appena deceduto. L’avventura si trasferirà così a Roma durante il periodo del conclave e accoglierà le vicissitudini del professore, sospeso tra principi legati alla Fede cristiana e razionali dogmi scientifici.

Iniziano qui gli scorrazzamenti attraverso la Città Eterna, alla ricerca dei cardinali rapiti. Il docente Robert Langdon scoprirà così alcune meraviglie della nostra capitale: il Pantheon, la Chiesa di S. Maria della Vittoria (con la magnifica scultura del Bernini rappresentante “l’Estasi di S. Teresa”), Piazza Navona con la Fontana dei Quattro Fiumi (altra opera del Bernini) e, ovviamente, Piazza San Pietro con i suoi Archivi Vaticani e i registri ivi custoditi.

I cardinali sequestrati inizieranno a morire uno dopo l’altro marchiati al fuoco degli ambigrammi rappresentanti i quattro elementi naturali delle cose: Terra, Aria, Acqua e Fuoco. Si immaginano già frotte di turisti in corsa contro il tempo (confesso che anch’io mi sto scaldando i muscoli) assetati di curiosità, anch’essi immaginifici protagonisti di una fantastica avventura sulle tracce dell’assassino con l’occasione di riscoprire Roma in modo un po’ insolito in uno stimolante gioco investigativo. Viene insomma la voglia di andare a vedere con i propri occhi i disegni e le sculture nascoste nelle Chiese di Roma per cercare di ca(r)pirne il significato dei simboli.

Sappiamo che il Vaticano è stato ricostruito in parte negli studi hollywoodiani e in parte nella Reggia di Caserta (sempre “roba” di casa nostra si tratta) ma tutte le altre location avrebbero rispettato l’originale di Brown a eccezione delle Chiese di S. Maria del Popolo e di S. Maria della Vittoria, negate alla produzione dalle gerarchie ecclesiastiche timorose di veder leso, attraverso il film, il loro comune senso religioso. Amen!

Durante il romanzo si è cercato di dare risalto all’obiettivo di conciliare Scienza e Fede perché “La scienza mi dice che deve esserci un Dio, la mente che non lo comprenderò mai, il cuore che non sono tenuto a farlo”. Speriamo che questi propositi ben delineati da Brown nel romanzo vengano mantenuti ed evidenziati anche dal film. Sicuramente i contenuti del componimento oscillano con disinvoltura tra il sacro e l’esoterico non risparmiando alla Chiesa qualche critica di anacronismo neanche troppo velata. Sarebbe bello se il film fosse un’occasione per ridiscutere in modo costruttivo dei temi affrontati nel romanzo, se si aprissero (senza troppe pretese) tavole rotonde sul discorso tenuto alla fine dal camerlengo, il prelato che sovrintende il conclave fino all’elezione del nuovo pontefice, inneggiante alla Cristianità.

In questo momento vorremmo essere tutti un po’ camerlenghi, tanto da poter entrare nella Cappella Sistina e spiare da vicino i suoi segreti più reconditi e le oscure verità dei suoi cerimoniali. Non rimane che attendere il prossimo 15 maggio, quando arriverà l’occasione per decidere da quale parte stare: Angeli o Demoni?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...