www.pompieremovies.com

DIVERSO DA CHI?


Diverso da chi?

Un film di Umberto Carteni. Con Luca Argentero, Claudia Gerini, Filippo Nigro, Antonio Catania, Francesco Pannofino.


Commedia, durata 102 min. – Italia 2008. – Universal Pictures data uscita 20/03/2009.

VOTO: 4,5

Cavalcando le onde modaiole e convenzionali della “tematica gay come si respira in Italia”, il principiante (in tutti i sensi) Carteni sciorina una commedia furba furba che strizza troppe volte l’occhio a un pubblico assuefatto ai clichè di tipo omosessuale.

Ed è per questo che, dopo un promettente inizio dove si confrontano intelligentemente le DIVERSE (perché di questo si tratta, diversità di comportamento, di opinione, di intenti) caratteristiche dei due personaggi principali, si approda all’isola felice del “volemose ‘bbene” e a una (stavolta meschina) famiglia allargata, sì, ma con lo sputo.

Riecheggiano, infatti, neanche troppo lontane le rime e le strofe “Poviesche”  che sembrano essere state tradotte in immagini: oltremodo si è badato a essere carini, simpatici e comprensivi nei confronti di una massa di persone anestetizzate al concetto che essere gay è uno stato (nord-est)temporaneo, un’affabile periodo della vita dal quale, prima o poi, potersi affrancare, riuscire a guarire potendosi così uniformare ai dettami e alle muraglie costruite dalla triade Casa-Chiesa-Famiglia.

Ecco che in questo modo Nigro Filippo, il fidanzato di Argentero Luca (il quale, una volta di più, era gay), si ritrova a essere il San Remo della situazione e voga di canottaggio verso un oasi di (finto) amore, (finta) partecipazione e (finta) riconciliazione. Bacio tra due uomini in foto piccola, come si conviene in Italia

Annunci

7 Risposte

  1. Pitubino

    Sempre troppo cinico, in un giudizio che critica i pregiudizi e non si accorge che è pregiudizio esso stesso… Ma goditi un film carino e simpatico che ha il pregio di strappare quel sorriso che serve per passare una simpatica serata al cinema…

    30 marzo 2009 alle 20:17

    • pompiere

      Già la definizione di film simpatico per una simpatica serata al cinema mi fa venire le bolle sulla pelle (simpatica anch’essa). Ma questo dipenderà sicuramente dal mio estremo cinismo… (quest’ultimo, a quanto pare, antipatico).

      Sul fatto che il mio giudizio sarebbe un pre-giudizio… rifletterei meglio sul vero messaggio che passa dalla visione del film.

      Se ci si accontentasse di farci strappare qualche sorriso forse potremmo anche accettarlo ma, di fronte alla mancanza di rispetto per una categoria di persone e alla leggerezza che ammicca a un’attualità che porta sulle spalle ben altro peso, ci andrei piano con i ribaltamenti di prospettiva.

      30 marzo 2009 alle 22:39

      • Lele

        condivido appieno i giudizi riportati… è un film ruffiano, tremendo dal punto di vista realizzativo (basti su tutto una fotografia piattissima), ma ragazzi siamo di fronte ad un evento unico: un film a tema gay , scorretto, papalista, povianico, da bolle sulla pelle, pieno di luoghi comuni e di pre-giudizi, ipocrita, buonista, che ha ricevuto i sovvenzionamenti del Ministero della Cultura da parte di un Governo che osteggia la famiglia fuori dal senso cattolico del termine, patrocinato dalla Regione Friuli Venezia Giulia – maragazzi siamo di fronte alla più vera espressione dello spirito e della cultura italiana!

        Io comunque l’ho trovato un film carino, piacevole, per una bella serata al cinema, assolutamente spensierata…. e poi dev’esserci sempre un messaggio in un film? non mi trovate d’accordo!

        Un’ultima cosa: Umberto Carteni è quello delle pubblicità della Tim con Abatantuono & Co. quindi non un novello Schnabel….

        31 marzo 2009 alle 11:28

        • pompiere

          Una curiosità, Lele.
          Carteni è quello che compare sul divano travestito da cane, adagiato al fianco di Abatantuono?! 🙂

          31 marzo 2009 alle 11:50

          • Lele

            Nooooo…. quello è il direttore della fotografia

            31 marzo 2009 alle 13:02

  2. marcoboccaccio

    oh, finalmente un parere che somiglia a quello che penso io di questo film! non l’ho visto, perché di contribuire al successo di un qualcosa che, già solo leggendo la trama, si capisce che è una c….a buonista e ipocrita, proprio non mi va. il mio, lo so, è un pre-giudizio: tu invece l’hai visto, mi pare di capire. ma l’eco data sui tutti i telegiornali e giornali per un inno alla normalizzazione poviesco-vaticana mi è sembrata la solita ipocrita italianata.

    31 marzo 2009 alle 10:52

    • pompiere

      Sì, e sono relativamente sorpreso che la maggioranza dei giudizi sia allineata a considerarlo un film carino (tanto non pesta i calli a nessuno :-). Comunque si rispettano anche eventuali valutazioni positive: nel cinema dove l’ho visto ho notato soddisfazione tra gli spettatori.

      31 marzo 2009 alle 11:09

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...